ALLE ORIGINI DEL BIM: CASA ACAYABA

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da Hilario Bourg il 26 maggio 2020

Per comprendere la natura di un fenomeno è bene risalire alle sue origini: quando lo si affronta per la prima volta si ha una chiarezza d'insieme non contaminata dalle  implicazioni della vita quotidiana, e gli aspetti fondamentali emergono con maggiore nitidezza. Con il progetto di Casa Acayaba, possiamo scrutare le origini del BIM.

Leggi di più

BIMx per il cantiere: il modello BIM per un controllo completo del lavoro

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 19 maggio 2020

I principali vantaggi dell’utilizzo di BIMx in cantiere sono sicuramente la reperibilità delle informazioni e come queste vengono trasmesse e comunicate a tutti quelli che operano all’interno del cantiere stesso, dal manovale al committente.

Leggi di più

Il BIM per la Ristrutturazione d’interni: le funzionalità che ottimizzano il progetto

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da Luca Manelli il 29 aprile 2020

Quando si sente parlare di BIM, si pensa spesso che per adottare questa metodologia si debba per forza lavorare su grandi progetti. In realtà, è possibile utilizzare metodologie e processi di lavoro BIM su qualsiasi progetto. Abbiamo già visto come il BIM conviene anche per le piccole opere; oggi vedremo le sue applicazioni nella ristrutturazione d’interni, dai singoli appartamenti ad ambienti più grandi e articolati.

Leggi di più

Il BIM risolve i problemi del progettista nella Gestione del Cantiere

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 22 aprile 2020

La direzione e gestione del cantiere è spesso una tematica ostica per il progettista, che sia lui in prima persona a coordinare la direzione o che si affidi a un capo cantiere esterno. In realtà, la digitalizzazione degli edifici in BIM può aiutare anche in questo frangente.

Leggi di più

Chi è il BIM Manager? Formazione, carriera, opportunità

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da Hilario Bourg il 20 aprile 2020

Il BIM Manager ha fatto la sua comparsa una decina d’anni fa, anche qualcosa di più: se ne parlava fra pochi addetti ai lavori a cui giungevano echi britannici e statunitensi. Poi se ne è parlato con frequenza sempre maggiore e oggi è una delle figure cardine del processo di digitalizzazione dell’edilizia. È venuto per stravolgere programmi e progetti e con essi tante vecchie abitudini, e richiede che si cambino metodi di lavoro consolidati in anni di professione.

Leggi di più

Padroneggiare il BIM: non fare mai una cosa sola

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 9 aprile 2020

Traduzione dell'articolo “Conquering BIM: never do just one thing” di Jared Banks

Parte prima: Non fare mai una sola cosa

Nel mio primo post sulle Informazioni del Progetto, ho concluso con questa affermazione sull'automazione e il coordinamento:

“È una regola di base di ARCHICAD che se prevedi di vedere qualcosa più di una volta, lo dovrai modellare. È così che manteniamo la coerenza tra le viste del progetto. Un buon 3D porta a un 2D coordinato. È lo stesso con gli elementi ad una dimensione, con il testo. Se prevedi di scrivere qualcosa più di una volta, automatizzalo e centralizzalo.”

Leggi di più

Lo smart working ai tempi della quarantena

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da Hilario Bourg il 20 marzo 2020

Dalla nascita di una nuova tecnologia alla sua piena e totale implementazione possono trascorrere anche lunghi periodi. Ad un convegno sul BIM ebbi modo di ascoltare l'intervento di Lorenzo Bellicini, direttore del CRESME (Centro Ricerche Economiche, Sociali e di Mercato nell'Edilizia), che fece notare che la prima apparizione della macchina a vapore è stimabile ad Alessandria nel 3° o 4° secolo dopo cristo. Si trattava di un dispositivo con il quale era possibile aprire pesanti portoni automaticamente e senza l'intervento umano. Da quello che era poco più che un giocattolo per stupire gli ospiti alla macchina che diede inizio alla Rivoluzione Industriale nel 19° secolo, sono trascorsi circa 1300 anni. 

Leggi di più

un miglior 3D porta ad un miglior 2D

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 11 marzo 2020

Traduzione dell'articolo "Better 3D yields better 2D" di Jared Banks

Si è già parlato dei motivi per progettare in BIM (ce ne sono solo due) e del primo compito su cui concentrarsi dopo aver fatto il passaggio a questa nuova metodologia (ce n’è solo uno):

Entrambi i post indicano che bisogna mantenere un certo grado di allerta per avere successo. Ho predicato questa visione per molto, molto tempo. Fare BIM non è per i più pigri o per i più compiaciuti. Nel terzo post che io abbia mai scritto su un blog (su Shoegnome, nel Luglio 2010) ho scritto sull’infinito percorso di miglioramento; è un argomento su cui torno spesso.

Non possiamo smettere di imparare e migliorarci. Ovvio. Ma non possiamo nemmeno non essere mai soddisfatti.
Dobbiamo sempre assicurarci che il BIM continui ad aggiungere valore.

Leggi di più

Cosa ci vuole per fare un CDE?

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 23 ottobre 2019

Articolo realizzato da Michele Carradori, direttore di BIS-lab®, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec, per GRAPHISOFT Italia.

L’evoluzione digitale che a gran voce si invoca per il comparto delle costruzioni viene spesso - e comprensibilmente – ricondotta all’acronimo BIM. Tale consuetudine rischia però di far coincidere questa necessità di rinnovamento con il solo aspetto della modellazione informativa, aspetto centrale dell’originale significato attribuito a BIM (Building Information Modeling, appunto).

Leggi di più

La metodologia BIM nello scenario normativo italiano: l’innovazione si fa attendere?

Topics: Il Metodo BIM

Scritto da GRAPHISOFT Italia il 26 settembre 2019

C’è molta confusione per quel che riguarda l’aspetto burocratico del BIM in Italia, per questo abbiamo chiesto agli avvocati Rosamaria Berloco e Andrea di Leo di Legal Team di raccontarci il BIM all’interno della normativa italiana

Ci siamo fatti raccontare più nel dettaglio l’obbligatorietà della metologia per quel che riguarda gli appalti pubblici, e quali saranno gli scenari futuri già in divenire grazie al Decreto BIM.
Quali sono effettivamente gli obblighi da adempiere? È obbligatorio l’utilizzo di un determinato software?
 
In questo articolo quindi parleremo di:
cos’è il BIM, che finalità persegue e come nasce
Quando il BIM è entrato nello scenario normativo italiano
il BIM nel codice dei contratti pubblici
il Decreto BIM nel dettaglio: soglie di obbligatorietà e spiegazione delle terminologie
 
Invece non parleremo della celeberrima ISO 19650, se sei però interessato all'argomento abbiamo scritto questo articolo su tutto quello che hai sempre voluto sapere a riguardo
Leggi di più

Iscriviti al Blog

Articoli Recenti